A Torrazzetta il Meeting sui temi di Expo

Sabato 26 settembre a confronto il Pentenziere del Duomo di Milano, il Presidente dell’associazione “Vie Francigene” e lo psicologo Pellai

“Non di solo pane vive l’uomo”. La celebre citazione del Vangelo è un punto di partenza per una riflessione non convenzionale intorno al grande tema del cibo nel mondo, proprio nell’anno di Expo 2015 a Milano, evento che ha messo al centro della sei mesi espositiva ai padiglioni “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.
Sabato 26 settembre, nella splendida cornice della villa-castello di Torrazzetta – in provincia di Pavia – si terrà infatti il Meeting interregionale dal titolo “Non di solo pane vive l’uomo” organizzato dalla Fondazione “Don Niso Dallavalle”. La Fondazione è nata solo un anno fa a Piacenza, la città in cui don Niso – nato a Vicobarone e scomparso in un tragico incidente stradale nel giugno del 1973 - ha esercitato, nell’immediato dopoguerra il suo apostolato di sacerdote e di insegnante svolgendo attività rivolte soprattutto al mondo giovanile studentesco. Qui ha fondato negli anni ’50 “Famiglia Studentesca”, realtà educativa molto innovativa per quei tempi.
La sede operativa della Fondazione si trova però in provincia di Pavia, nella villa-castello di Torrazzetta, che lo stesso don Niso amava definire “il polmone della sua opera” e dove vive la “Comunità Rosa Mistica”, sempre fondata dallo stesso sacerdote.
“La duplice rappresentanza emiliano-lombarda – spiega il dottor Erasmo Dallavalle, presidente della Fondazione e fratello del sacerdote - ci ha offerto lo spunto per organizzare a Torrazzetta il meeting interregionale del 26 settembre che si allinea ad un importante evento nazionale quale l’Expo 2015 a Milano. Il tema proposto «Non di solo pane vive l’uomo», rappresenta infatti lo slogan del padiglione Expo allestito dal Vaticano. Forse con un po’ di presunzione – continua il Presidente - ma con la certezza di contare sulla presenza di relatori di chiara fama, riteniamo di poter offrire un valido contributo a chi vorrà leggere in modo meno convenzionale il grande tema del «cibo nel mondo»”.
L’evento è patrocinato dalla Regione Emilia Romagna, dall’organizzazione di Milano Expo 2015, dalla Caritas Italiana e da “Via Francigene”. Sponsorizzano la giornata di approfondimento Banca Centro Padana, Salumi Grossetti, Banca di Credito cooperativo di Barlassina, Cooperativa Marta, Consorzio Grana Padano e Banca di Piacenza. Il pomeriggio di dibattito entrerà nel vivo alle ore 15. Dopo il saluto delle autorità istituzionali presenti, si aprirà il confronto con le relazioni di mons. Gianfranco Meana, penitenziere maggiore del Duomo di Milano (“Non di solo pane vive l’uomo. Quali alternative?”, il tema proposto), il prof. Antonio Giuseppe Chizzoniti, docente ordinario e direttore del dipartimento di scienze giuridiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza (che parlerà di “Cibo e religione”), l’ing. Massimo Tedeschi, presidente dell’associazione europea per le Vie Francigene (che interverrà su “Il cibo del pellegrino: povero per il viaggio, ricco per la vita”), don Ivo Ortolina, cappellano dell’ospedale “San Raffaele” di Milano (che inizierà il suo discorso partendo dalla citazione biblica del profeta Amos “Verranno giorni in cui manderò la fame nel paese: non fame di pane...”) e il prof. Alberto Pellai dell’Università degli Studi di Milano, psicologo, che si concentrerà sul tema “Perchè mangiamo al di là di ogni bisogno?”.
Moderatore del dibattito, il giornalista del Telegiornale di Canale 5 e di TgCom– e vecchia conoscenza del mondo dell’informazione piacentina – Alan Patarga. Nella giornata porteranno il loro saluto anche i vescovi di Pavia, Tortona e Piacenza-Bobbio.

 

 

Locandina Meeting EXpo